Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Francesco il Mar 24 Giu 2008, 18:48

Ciao a tutti,
ritengo opportuno discutere in modo approfondito su cosa è cambiato per ognuno di noi dopo l'operazione.
Visto che se è vero che l'aspetto psicologico è molto importante, fino ad ora poco se ne è discusso in questo forum.

Io posso dire che dopo l'operazione, non mi senta granchè diverso, sebbene logicamente ho perso quel poco di pudore che mi era rimasto a mostrarmi a petto nudo in pubblico. (Pensate che quando l'italia vinse i mondiali 2 anni fa me ne andai in giro a petto nudo per tutta la città, sebbene avessi il PE.)
Ritengo però che la mia sostanziale assenza di emozioni , sia dovuta principalmente al fatto che io mi sono operato non perchè avessi un reale problema psicologico, ma più per un fatto di carriera.
Sicuramente ora sono più a mio agio di prima quando sono a petto nudo, questo non si può negare.

Ora sarei curioso di sentire i vostri pareri...
avatar
Francesco

Maschio
Numero di messaggi : 259
Età : 32
Località : Bolzano
Data d'iscrizione : 27.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Pippo il Mer 25 Giu 2008, 11:34

Anche per me è lo stesso..il mio PE non mi aveva mai dato grossi problemi, adesso però mi sento molto più a mio agio in determinate situazioni ma come te non mi sento gran che diverso, dato che non avevo neanchio un vero problema psicologico. Comunque sono molto contento di essermi fatto operare, so di aver fatto la cosa giusta e sono contento così.

Pippo

Numero di messaggi : 49
Età : 27
Data d'iscrizione : 23.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  houston il Ven 27 Giu 2008, 09:08

Anche a me non è cambiato nulla.Avevo già una cicatrice e non avevo grossi problemi psicologici.Le mie ansie e paure le avevo e continuo ad averle,i meie punti forti sono sempre quelli.Ero uno che al mare era il primo a togliersi la maglietta nonostante un PE non indifferente.

houston

Numero di messaggi : 28
Età : 43
Data d'iscrizione : 25.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  ocra il Mar 01 Lug 2008, 12:55

Per quanto mi riguarda il PE è una cosa che ha plasmato il mio modo di essere, anche risolto quel problema mi sono accorto che poco è cambiato, una cosa che cambia sostanzialmente è la speranza nel futuro...


Insomma sei quello di prima ma con più speranza del futuro. IMHO

ocra

Numero di messaggi : 180
Età : 30
Data d'iscrizione : 01.07.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  kingart il Lun 07 Lug 2008, 16:57

ma nessuno scrive di quelli ke si sono gia operati?!? sono proprio curioso di sapere com'è la vita post operazione!!
Io credo e spero che si acquisisca piu sicurezza in se stessi, che si viva piu a proprio agio con il proprio corpo, più a proprio agio in mezzo agli altri!...o no?!? io se immagino la mai vita dopo l'operazione la vedo cosi...e spero proprio che sia cosi!! cmq..devo solo aspettare qlke mese..e poi vedrò!!
avatar
kingart

Maschio
Numero di messaggi : 104
Età : 32
Località : BENEVENTO
Data d'iscrizione : 20.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Francesco il Lun 07 Lug 2008, 18:26

Guarda kingart che tutti quelli che hanno scritto si sono già operati...
avatar
Francesco

Maschio
Numero di messaggi : 259
Età : 32
Località : Bolzano
Data d'iscrizione : 27.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  kingart il Lun 07 Lug 2008, 20:37

Francesco ha scritto:Guarda kingart che tutti quelli che hanno scritto si sono già operati...
ma certo!!! ma io mi riferivo agli altri che si sono operati e che ancora non hanno scritto niente su come si sentono psicologicamente dopo l'operazione...sarebbe interessante sentire anke altri pareri, no!??!!! Mi sa ke mi ero espresso male..pardon!!! ora è chiaro ?!? Very Happy
avatar
kingart

Maschio
Numero di messaggi : 104
Età : 32
Località : BENEVENTO
Data d'iscrizione : 20.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Francesco il Lun 07 Lug 2008, 21:41

Sicerto Very Happy
era solo un appunto
avatar
Francesco

Maschio
Numero di messaggi : 259
Età : 32
Località : Bolzano
Data d'iscrizione : 27.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  lostlikeme il Mar 15 Lug 2008, 19:41

spero ke mi cambi qualcosina dopo l'operazione..nel senso,a me ha segnato profondamente e negativamente il mio pectus..anketroppo e quindi m auguro sia una svolta importante nella mia vita e sopratutto nel mio modo di viverla..ovviamente nn penso mika ke il giorno dopo l operazione diventi un'altra persona completamente,e sikuramente qua nn lo pensa nessuno,pero' abbandonare sta sensazione continua di malessere interno nn sarebbe male..a proposito..anzi no,perke nn c entra molto cmq silent





pensavo l altro giorno a tutti st anni di pectus..e pensavo pensavo. Question ..ma perke nn ricordo quando me ne sono accorto la prima volta?!mi rikordo vagamente i miei ke mi dicevano d andarmi a visitare,pero' boh..non so,e' strano ma a voi nn e' capitato? confused

lostlikeme

Maschio
Numero di messaggi : 51
Età : 37
Località : roma
Data d'iscrizione : 02.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  kingart il Mar 15 Lug 2008, 21:39

lostlikeme ha scritto:
pensavo l altro giorno a tutti st anni di pectus..e pensavo pensavo. Question ..ma perke nn ricordo quando me ne sono accorto la prima volta?!mi rikordo vagamente i miei ke mi dicevano d andarmi a visitare,pero' boh..non so,e' strano ma a voi nn e' capitato? confused

anke per me vale lo stesso! ci penso ogni tanto e non riesco a ricordare proprio quando me ne sono accorto la prima volta!! boh!! ci conviviamo così da tanto che sembra un'eternità!!! non saprei!
avatar
kingart

Maschio
Numero di messaggi : 104
Età : 32
Località : BENEVENTO
Data d'iscrizione : 20.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

:-)

Messaggio  Agnese il Mar 15 Lug 2008, 21:51

Io credo di essere sempre stata così... Cioè, mi sono accorta di essere diversa dagli altri non appena ho preso coscienza di me stessa, ero piccola, non saprei dire quando è stato. Però avevamo una brava pediatra, conosceva la patologia e ci ha sempre tranquillizzati sulle conseguenze, pur facendo presente che esisteva un intervento per correggere il pe.
Da adulti, poi, mio fratello ha scelto di operarsi, io no: credo comunque che siamo stati fortunati ad avere avuto quella dottoressa da piccoli, la nostra situazione ci è sempre apparsa chiara e ci siamo risparmiati le inutile ansie a cui va incontro chi si ritrova davanti medici incompetenti.
Buona serata
Agnese
avatar
Agnese
Moderatore
Moderatore

Femmina
Numero di messaggi : 112
Età : 35
Località : Marche / Romagna
Data d'iscrizione : 10.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  vale81 il Ven 05 Set 2008, 11:36

dopo l'intervento sono più tranquillo quando sto a petto nudo... prima invece cercavo sempre delle posizioni per non far notare il mio PE...
anche quando stavo con la maglieta stavo sempre ad aggiustarmela... invece ora starei tutto il giorno a petto nudo!!!! Razz

vale81

Maschio
Numero di messaggi : 77
Età : 36
Località : Acquapendente (VT)
Data d'iscrizione : 26.07.08

Visualizza il profilo http://www.vigorvolley.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  OnlyNoRules il Sab 13 Set 2008, 02:16

Questo è un argomento molto delicato per me, e anche molto molto intimo. Intimo perchè ci ho sofferto per anni, probabilmente quelli che normalmente dovrebbero essere gli anni migliori e i più spensierati nella vita di una persona: l'adolescenza. In realtà credo che dare tutta la colpa al pe sia eccessivo, sicuramente ha funzionato da "catalizzatore" per tutte le altre situazioni "sgradevoli" che al tempo mi facevano compagnia. Insomma, sono stato depresso per diverso tempo, e anche se negli ultimi anni la situazione era migliorata, mi rimaneva sempre qualcosa di "incompiuto", come se dovessi dimostrare qualcosa a me stesso. L'operazione mi ha dato la possibilità di riempire questo gap, di sentirmi finalmente "pari". Onestamente il risultato estetico è stato quasi secondario, quello che ha fatto la differenza per me è stata solo l'operazione vera e propria. Come se dovessi pagare qualcosa. E così è stato. Non è facile decidere DA SANI di farsi aprire in due, con tutto quello che ne consegue (e molti di voi lo sanno bene), ma l'ho fatto. Ho pagato il mio dazio, e ho "ricomprato" la mia fetta di autostima. Ho smesso di sentirmi inferiore, in debito verso qualcosa o qualcuno. In soldoni questo cosa significa? Che ora anche io POSSO, mi sento AUTORIZZATO a desiderare il meglio per la mia vita, in qualsiasi ambito. Non sono certo mai stato uno che molla, e il pe mi ha sempre tolto quello smalto che il mio carattere avrebbe. Oggi non sono più un leone in gabbia, ma sono un uomo libero. Che sembra poco, ma mi è costato molto. Ovviamente non posso cancellare anni di pe (e di relativo isolamento, depressione, e quant'altro) con una semplice operazione, posso però provare a ricominciare un percorso che mi consenta una vita normale. Uno stimolo in più se vogliamo, per scoprire chi sono anche alla mia età.

Poi, purtroppo o per fortuna, ogni carattere è diverso. Alcuni di voi non soffrono o cmq non hai mai dato molto peso alla cosa (per fortuna), io come altri ne ho fatto quasi una malattia. Spero che tutto questo però mi possa aver dato qualcosa rispetto a chi non ha dovuto soffrire come molti di noi hanno sofferto.

That's my 2 cents. Wink
avatar
OnlyNoRules
Amministratore
Amministratore

Maschio
Numero di messaggi : 48
Età : 36
Località : Modena, Emilia!
Data d'iscrizione : 11.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  lostlikeme il Gio 29 Gen 2009, 15:24

No e invece ankora niente..saranno stati tutti st'anni de paranoie de merda..o magari ke mi serve solo un altro po' di tempo..pero' niente,anke senza pectus mi ritrovo allo stesso punto di prima..si per carita' e' vero ke se penso a qst estate penso ke finalmente potro' organizzarmi una bella vacanzuola al mare..ma mi rimane sempre difficile omologarmi e fare una ***** di vita normale,e come pensavo e temevo l'operazione non e' la bakketta magika ke risolve tt i guai..o almeno non li risolve a tutti,perke c'e' anke ki e'cambiato veramente,io parlo solo per me..si certo me direte"cazzo lost ke ottimismo e ke entusiasmo"..pero' e' cosi.anke se consiglio sempre a tutti di affrontare l'operazione perke cmq e' un passo stra importante..tra l'altro la cicatrice si vede talmente poko che nonpensiate sia quello il problema..niente me serviva un attimo venire qui a sfogarmi,pectus o ex pectus questo posto me sembra sempre un porto sicuro per le tempeste..va beh ora stop----saluto tt ed in particolare ki c'era a brixia tra fine settembre ed inizio ottobre..compreso il gabibbo.. Very Happy

lostlikeme

Maschio
Numero di messaggi : 51
Età : 37
Località : roma
Data d'iscrizione : 02.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Francesco il Gio 29 Gen 2009, 16:00

é quello che ho sempre detto pure io... non bisogna affrontare l'operazione pensando che sia la soluzione che serve per cambiare la vita perchè non è così...
avatar
Francesco

Maschio
Numero di messaggi : 259
Età : 32
Località : Bolzano
Data d'iscrizione : 27.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  phoenix il Gio 29 Gen 2009, 21:28

OnlyNoRules ha scritto:Questo è un argomento molto delicato per me, e anche molto molto intimo. Intimo perchè ci ho sofferto per anni, probabilmente quelli che normalmente dovrebbero essere gli anni migliori e i più spensierati nella vita di una persona: l'adolescenza. In realtà credo che dare tutta la colpa al pe sia eccessivo, sicuramente ha funzionato da "catalizzatore" per tutte le altre situazioni "sgradevoli" che al tempo mi facevano compagnia. Insomma, sono stato depresso per diverso tempo, e anche se negli ultimi anni la situazione era migliorata, mi rimaneva sempre qualcosa di "incompiuto", come se dovessi dimostrare qualcosa a me stesso. L'operazione mi ha dato la possibilità di riempire questo gap, di sentirmi finalmente "pari". Onestamente il risultato estetico è stato quasi secondario, quello che ha fatto la differenza per me è stata solo l'operazione vera e propria. Come se dovessi pagare qualcosa. E così è stato. Non è facile decidere DA SANI di farsi aprire in due, con tutto quello che ne consegue (e molti di voi lo sanno bene), ma l'ho fatto. Ho pagato il mio dazio, e ho "ricomprato" la mia fetta di autostima. Ho smesso di sentirmi inferiore, in debito verso qualcosa o qualcuno. In soldoni questo cosa significa? Che ora anche io POSSO, mi sento AUTORIZZATO a desiderare il meglio per la mia vita, in qualsiasi ambito. Non sono certo mai stato uno che molla, e il pe mi ha sempre tolto quello smalto che il mio carattere avrebbe. Oggi non sono più un leone in gabbia, ma sono un uomo libero. Che sembra poco, ma mi è costato molto. Ovviamente non posso cancellare anni di pe (e di relativo isolamento, depressione, e quant'altro) con una semplice operazione, posso però provare a ricominciare un percorso che mi consenta una vita normale. Uno stimolo in più se vogliamo, per scoprire chi sono anche alla mia età.

Poi, purtroppo o per fortuna, ogni carattere è diverso. Alcuni di voi non soffrono o cmq non hai mai dato molto peso alla cosa (per fortuna), io come altri ne ho fatto quasi una malattia. Spero che tutto questo però mi possa aver dato qualcosa rispetto a chi non ha dovuto soffrire come molti di noi hanno sofferto.

That's my 2 cents. Wink


Mi rispecchio pienamente in quello detto da Only..Io ho sofferto molto e ora mi sento davvero libero. E' difficile da spiegare ma sono un altra cosa da prima. Ora sono senza catene e ogni giorno imparo a vivere al meglio questo nuovo modo di essere.
avatar
phoenix

Maschio
Numero di messaggi : 45
Età : 39
Località : Alba (CN) - Piacenza (PC)
Data d'iscrizione : 18.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

psicologia

Messaggio  Ospite il Mer 11 Feb 2009, 12:20

be, comunque io sono del parere che cambi moltissimo, basta pensare (mi riferisco ai pc) il fatto di poter stare ben eretti, di poter portare una maglietta l'estate, a me per esempio le magliette mi mettevano a disagio in una maniera pazzesca, invece potevo cavarmela con la camicia (almeno per me). poter andare in piscina al mare senza essere al centro dell'atenzione "guardato come un alieno o peggio"., vedere la gente che parla tra di se del tuo problema, magari litighi con uno, e usa il pectus come arma.... cioè cambia e come.. fare sta oprazione....
io se potessi la farei domani l'operazione, nonostante la paura che ho, gli ospedali gli ho sempre odiati, ma ormai questo problema va affrontato........
e ci sono migliaia di altre occasioni dove ci si puo trovare a disagio, tipo a scuola (non solo nell'ora di ed, fisica), nei negozi a provare i vestiti, semplicemente a giro per il centro l'estate..
almeno io la vedo cosi.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

psicologia

Messaggio  Ospite il Mer 11 Feb 2009, 12:24

oops........ scusate il mesaggio lo volevo mettere nell'altra discussione...
comunque anch'io concordo col fatto che e come una malattia...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

ora

Messaggio  Ospite il Gio 12 Feb 2009, 00:19

io nel mio caso posso dire che ora vado al parco e mi spoglio idem al mare o in piscina,con le donne poi non mi vergogno piu anzie la ciccatrice fa la sua porca figura!!!cmq ora si che vivo bene e felice senza frmi paturnie o pensieri strani....addio alla mia depressione che mi stava laceradno la vita addio ai cattivi pensieri evviva la vita!!!!OPERATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  mario il Mer 17 Giu 2009, 10:02

Salve ragazzi, scoprire che c'è un forum su questo maledetto PECTUS EXCAVATUM è fantastico....
Vi racconto la mia...
Ho 35 anni ormai, e diciamo che grazie ad un medico, quello di famiglia, quello che dovrebbe adottare un linguaggio o comunque un comportamento rassicurante nei confronti di un ragazzino di 11, mi ha permesso di vivere una vita al 30%.
Negli anni 80 stavo per operarmi, per ben 2 volte però è stata rimandata l'operazione.Con gravissime conseguenze psicologiche che tutt'ora non riesco a superare.
Sono anni e anni che cerco una via di fuga da questo status andando in palestra cercando per quel poco che posso di RIEMPIRE ciò che ad altri la natura a dato GRATIS...ma purtroppo non ci si riesce, per svariati motivi.Ancora oggi vado in palestra e continuero ad andarci.

- Con le ragazze all'inizio ho avuto un bel po di difficoltà, poi invece non so che è scattato dentro la mia testa e dopo la prima ne sono arrivate altre 2 e con quest'ultima ( fantastica ) mi stò per sposare...
Posso dire che, appena conosciute dicevo loro:"Guarda ho un problema, e tutte pensavano che ero impontente, poi quando gli facevo vedere il MIO problema mi ridevano in faccia, dicendomi che la mia era una stupidata, insomma a loro non glie ne fregava niente..."

- Al mare.
Diciamo che il mare è il mio abitat naturale, anche se sono un montanaro.Solo che ogni volta che ci vado è una tragedia, devo escogitare dei sistemi per far si che chi mi stà attorno non se ne accorga o quantomeno faccia finta di non accorgersene.Certo per quanto posso escogitare, sta roba sta sempre allo stesso posto...Però anche questa domenica devo andare al mare, devo, perchè vorrei essere come tutti, ridere e scherzare a crepapelle sulla spiaggia, senza curarmi di chi mi stà attorno.

-Vita sociale.
Bè devo dire che da ragazzino ero una capa matta.Ho scoperto di avere questa cosa a 11 anni ma ne ho preso coscienza leggermente più in là, ma poi ragazzi ho avuto un cambiamento incredibile.
Da capa matta, ho messo la testa a posto, sono diventato un ragazzo migliore, non lo so come è successo.
Anzi diciamola tutta, ho capito di essere inferiore agl'altri e pian piano mi sono ritagliato un posticino tutto mio senza farmi più notare come prima..Prima stavo sempre al centro dell'attenzione, tutti che mi chiamavano Mario de qua Mario de la, poi invece Mario si è defilato.

Non che sono diventato asociale per carità, la mia grande fortuna è di essere un ragazzo che guarda sempre avanti, sempre in competizione con tutto cio che mi capita a tiro.
Voglio dimostrare al mondo che Mario seppur con questo problema, è uno che non si da per vinto e riesce in tutto cio che fà.
Sono tenace e caparbio, finche non riesco nel mio intento non mollo la presa.Anche se a volte è dura moooolto dura.
Suono con una Heavy-Band, ho una ragazza, ho un lavoro, cerco di allietare la giornata a chi mi sta vicino, siano amici, parenti e quant'altro, insomma la battuta sempre pronta.
Però mi manca qualcosa, mi sento incompiuto, come diceva un'altro ragazzo in uno dei post che ho letto.
Sembra di essere in un corpo che non è mio, mi sento in gabbia,VOGLIO SENTIRMI LIBERO..
Libero di mettere una semplice maglia in estate, libero di potermi spogliare al mare, ma sopratutto sentirmi libero di essere MARIO.

Una domanda la faccio io:
- Quanti di voi si sono operati dopo i 30 anni?io ne ho 35....

Grazie mille e buona giornata a tutti.

mario

Numero di messaggi : 1
Età : 44
Data d'iscrizione : 17.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  eddy il Lun 01 Ago 2011, 18:52

L'operazione con tecnica di nuss , mi ha cambiato radicalmente l' aspetto , la tranquillita di spogliarmi in pubblico e ha aumentato in modo esponenziale l'autostima .
Sono dell'idea che questa malformazione debba essere operata senza pensarci troppo perche il gioco vale la candela.

eddy

Numero di messaggi : 36
Età : 24
Data d'iscrizione : 30.01.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  keycode13 il Gio 04 Ago 2011, 20:28

Io mi sono operato di PE lieve con ravitch.
Prima di operarmi pensavo spesso al buco, sopratutto quando mi guardavo allo specchio. Non amavo spogliarmi in pubblico, ma lo facevo lo stesso (mare, spogliatoi, ecc). Andavo pochissimo al mare ( e non mi piaceva), e mi mettevo sempre di pancia in giu.
Avevo un buon carattere, abbastanza determinato (grazie al mio maestro di kenpo karate).

Con l'operazione i miei pettorali hanno subito un danno; dunque anche se ora il PE è sparito, ora penso sempre ai miei pettorali, che li vorrei come prima. Per giunta la mia sicurezza è diminuita perchè mi sento meno forte.
Inoltre non è sbocciato tutto questo amore per il mare, anzi, avere la cicatrice un po' mi pesa.

Dunque a conti fatti la mia situazione psicologica è peggiorata. Proprio un fallimento su tutta la linea.

L'unica nota positiva è che forse sarei stato sempre col dubbio: "e se mi fossi operato?", anche se ora sono rimpianto di averlo fatto.
avatar
keycode13

Maschio
Numero di messaggi : 361
Età : 37
Località : Messina
Data d'iscrizione : 25.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  occhiverdi il Sab 03 Mar 2012, 17:58

dopo l operazione penso che le cose finalmente cambieranno!!!
avatar
occhiverdi

Maschio
Numero di messaggi : 99
Età : 34
Data d'iscrizione : 23.01.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Markus90210 il Ven 29 Mar 2013, 15:05

La prima volta che mi sono accorto veramente del mio PC è stato al mare verso gli 11 anni. Eravamo nella piscina dell' hotel e di fianco a me c'era una famiglia. Ad un tratto i bambini di questa coppia mi vedono mentre sto per tuffarmi in acqua e dicono ai genitori: " Guarda quel bambino!! Cos' è che ha sul petto??" e loro: " Non lo so... CHE SCHIFO" Io non ci volevo credere, ero cosi' piccolo che comunque davanti a degli adulti che dicevano una cosa del genere non sapevo neanche cosa rispondere. Mio padre se ne accorse e si incavolò un pò.. ma da quella volta, mai più al mare senza maglietta e via via mai più al mare in maniera definitiva.
L'adolescenza è stata ancora peggio... all'oratorio alcuni ragazzini vedendomi in maglietta mi chiedevano insistentemente perchè avessi il petto gonfio ed io non sapevo che rispondere, se non cercando di defilarmi. Una volta una specie di bulletto mi ha anche premuto una mano sul petto apposta e li ho reagito e quasi non finivamo con il darcele. Nell'adolescenza è stato quasi un incubo. Solo alcune persone notavano il PC ma purtroppo dalla terza superiore mi ritrovai in classe un ex amico dell'oratorio e questo durante un litigio, con un altro che lo prendeva in giro per le dimensioni della sua testa, mise in mezzo me tirando fuori il mio "segreto". Da li, un buon numero di compagni di classe hanno cominciato a prendermi in giro per questa cosa, in maniera pesante facendo sempre allusioni e altro. Ero arrivato a volte a coprirmi con la giacca in classe, pure in primavera, tanto ero sconvolto e intimorito. Finite le superiori sono rimasto in contatto con alcuni di loro e siamo usciti sporadicamente. Ovviamente la cosa non è cambiata e allora una volta feci una sfuriata che penso se la ricorderanno per sempre dicendo in sostanza che finchè ci si prende in giro bonariamente va bene, ma quando si tirano in ballo problemi di salute gravi e per di più in modo prolungato e cattivo allora bisogna vergognarsi un po'.... purtroppo certa gente ci gode a vederti soffrire forse perchè per prima si sente inferiore e allora deve trovare in te un difetto o un punto debole su cui far leva per riportarti al suo livello o sotto di esso. In sostanza ancora adesso c'è un mio "amico" che ogni volta che mi vede in momenti casuali della conversazione si passa la mano proprio sullo sterno, come provocazione, guardandomi. Io ormai vedendolo fare cosi' ci rido su perchè tanto il mio difetto lo conoscono e comunque non mi interessa e non mi fa male più di tanto farmi provocare così. Anzi, ogni volta che lo vedo fare così, penso a quanto questa persona si senta inferiore a me per cercare di ferirmi in questo modo Laughing Per quanto invece riguarda le ragazze dai vari anni dalle superiori ad adesso non ho mai avuto grossi problemi sebbene quando ero piu piccolo per fare l'amore o altro ho sempre usato la maglietta e solo dopo i 20 anni mi sono mostrato completamente. In "sintesi" questa è la mia storia dal punto di vista psicologico albino cmq come diceva qualcuno nei messaggi precedenti molto spesso sono più gli altri a farti sentire diverso che tu a sentirti fuori posto. study study
avatar
Markus90210

Maschio
Numero di messaggi : 29
Età : 34
Località : Varese Palm Beach PC
Data d'iscrizione : 28.03.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Davide7775 il Dom 31 Mar 2013, 19:13

Markus, grazie della tua testimonianza. La maggior parte di noi ha avuto il tuo stesso trattamento dai suoi coetanei. La vergogna e il sentirsi diversi ha accompagnato la maggior parte di noi. Comunque adesso vedrai che dopo il percorso che stai per intraprendere (ti dico la verita' molto difficile) ti sentirai fiero e orgoglioso. Io mi sento così. Ho sofferto ma ora non mi devo più vergognare di niente. Grande e auguri per la visita dal dr. Ottoni. Very Happy
avatar
Davide7775
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 391
Età : 43
Data d'iscrizione : 02.02.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Problemi psicologici. Cosa cambia con l'operazione?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum