Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Andare in basso

Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Mer 04 Lug 2012, 10:00

Ciao a tutti!
Sono Ulrico e anch’io convivo con il PE da quando ero alle elementari (adesso ho 40 anni).
Ho cercato dall’adolescenza in poi di fare degli esercizi “fai da te” che probabilmente mi hanno aiutato ad ampliare la gabbia toracica e a mitigare leggermente il problema senza assolutamente risolverlo.
Ovviamente se all’epoca fossi stato seguito da qualche esperto avrei avuto dei risultati soddisfacenti ma all’epoca il PE era sconosciuto (per molti medici anche oggi lo è) e nessuno lo riconosceva e prescriveva qualcosa di specifico se non “faccia nuoto e movimento”.
Addirittura io pensavo che l’affossamento fosse causato da un mia errata postura!
Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio.
Ho trovato su internet un lavoro scientifico di un professore svizzero che ha fatto una sperimentazione su vari pazienti, mi pare dai 14 ai 50 anni, e dice che in tutti c’è stato un miglioramento della situazione.
A questo punto, dato che escludo categoricamente un intervento chirurgico (ho troppa paura che qualcosa vada storto!), vorrei tentare col la ventosa.
Spero che qualcuno mi dia una mano!
Grazie e un caro saluto a tutti!
Ulrico

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Mr.Hole il Mer 04 Lug 2012, 20:46

Ulrico ha scritto:Ciao a tutti!
...Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio...

ciao ulrico,io credo in italia nessuno,ma non ne sono sicuro,attendiamo anche altre risposte
avatar
Mr.Hole

Numero di messaggi : 60
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  CLO il Gio 05 Lug 2012, 22:29

Mr.Hole ha scritto:
Ulrico ha scritto:Ciao a tutti!
...Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio...

ciao ulrico,io credo in italia nessuno,ma non ne sono sicuro,attendiamo anche altre risposte

Leggete il mio ultimo post in "medico a Torino"... A proposito di esercizi, il medico ha consigliato a mio figlio pull-over e vogatore! Smile

CLO

Numero di messaggi : 6
Età : 43
Data d'iscrizione : 21.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Sab 07 Lug 2012, 18:22

Ulrico ha scritto:Ciao a tutti!
Sono Ulrico e anch’io convivo con il PE da quando ero alle elementari (adesso ho 40 anni).
Ho cercato dall’adolescenza in poi di fare degli esercizi “fai da te” che probabilmente mi hanno aiutato ad ampliare la gabbia toracica e a mitigare leggermente il problema senza assolutamente risolverlo.
Ovviamente se all’epoca fossi stato seguito da qualche esperto avrei avuto dei risultati soddisfacenti ma all’epoca il PE era sconosciuto (per molti medici anche oggi lo è) e nessuno lo riconosceva e prescriveva qualcosa di specifico se non “faccia nuoto e movimento”.
Addirittura io pensavo che l’affossamento fosse causato da un mia errata postura!
Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio.
Ho trovato su internet un lavoro scientifico di un professore svizzero che ha fatto una sperimentazione su vari pazienti, mi pare dai 14 ai 50 anni, e dice che in tutti c’è stato un miglioramento della situazione.
A questo punto, dato che escludo categoricamente un intervento chirurgico (ho troppa paura che qualcosa vada storto!), vorrei tentare col la ventosa.
Spero che qualcuno mi dia una mano!
Grazie e un caro saluto a tutti!
Ulrico

Ciao Ulrico,
vedrai, la V ti darà delle belle soddisfazioni. Le stesse che mi ha regalato, quando ho iniziato ad usarla all'età di 42 anni.
Rimarco sempre che la V non elimina il PE, ma lavora sull'aspetto estetico, migliorando nettamente l'aspetto generale dello sterno. Se poi ci affianchi anche la palestra, allora potrai sfoggiare davvero un torace da spiaggia Very Happy
I primi risultati DEFINITIVI arrivano dopo almeno due anni di utilizzo in maniera costante della V al massimo della pressione. Basta un'ora e mezzo al giorno. Io la usavo dopo cena. Sembra che a stomaco pieno il lavoro della V sia più produttivo.

Resto a tua disposizione per altre informazioni.

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Mar 10 Lug 2012, 08:44

Grazie Balto!!
Non sai quanto la tua risposta mi rincuori! Very Happy
Anche se sono tanti anni che convivo, sopporto la PE e cerco di abituarmici non riesco mai ad ignorarla e, nonostante la maturità, non sono riuscito ad accettare la situazione.
Se solo si riuscisse, come mi comfermi, a mitigarla sarebbe un risultato per me fantastico. cheers
Tu continui ad usarla quotidianamente?
Un caro saluto.
Ulrico

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Mar 10 Lug 2012, 18:38

Ulrico ha scritto:Grazie Balto!!
Non sai quanto la tua risposta mi rincuori! Very Happy
Anche se sono tanti anni che convivo, sopporto la PE e cerco di abituarmici non riesco mai ad ignorarla e, nonostante la maturità, non sono riuscito ad accettare la situazione.
Se solo si riuscisse, come mi comfermi, a mitigarla sarebbe un risultato per me fantastico. cheers
Tu continui ad usarla quotidianamente?
Un caro saluto.
Ulrico

La V non la uso più da diverso tempo. I risultati arrivano, eccome se arrivano, ma la V lavora bene sui pe medi-lievi. Su quelli invece profondi può fare ben poco.
Se il tuo pe è lieve-medio, allora puoi buttarti a capo fitto sulla terapia.
Se puoi, abbina la V alla palestra, perché la stessa V ha bisogno d'essere supportata nel lavoro da esercizi di potenziamento per spalle, schiena ed addome.
In ogni modo, se spulci a ritroso il forum dedicato alla V potrai leggere gli ottimi risultati DEFINITIVI raggiunti da alcune persone che hanno utilizzaro con successo la V.

Resto sempre a tua disposizione

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Mr.Hole il Mar 10 Lug 2012, 21:54

CLO ha scritto:
Mr.Hole ha scritto:
Ulrico ha scritto:Ciao a tutti!
...Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio...

ciao ulrico,io credo in italia nessuno,ma non ne sono sicuro,attendiamo anche altre risposte

Leggete il mio ultimo post in "medico a Torino"... A proposito di esercizi, il medico ha consigliato a mio figlio pull-over e vogatore! Smile

CLO sono contento per tuo figlio che ha un medico che lo segue,magari lo avessi avuto io da giovane... a proposito come si esegue il pull-over,mi potresti spiegare meglio?
avatar
Mr.Hole

Numero di messaggi : 60
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  CLO il Mer 11 Lug 2012, 08:44

Mr.Hole ha scritto:
CLO sono contento per tuo figlio che ha un medico che lo segue,magari lo avessi avuto io da giovane... a proposito come si esegue il pull-over,mi potresti spiegare meglio?


CLO

Numero di messaggi : 6
Età : 43
Data d'iscrizione : 21.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Mer 11 Lug 2012, 09:00

Il mio PE è medio-lieve quindi la VB dovrebbe funzionare.
Dovrei iniziare il tutto a metà agosto..
Poi farò sapere.
Grazie mille!

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Mer 11 Lug 2012, 18:07

Mr.Hole ha scritto:
CLO ha scritto:
Mr.Hole ha scritto:
Ulrico ha scritto:Ciao a tutti!
...Adesso ho sentito parlare di Vacuum Bell e vorrei avere un aiuto per sapere quale struttura ospedaliera o medico in Italia prescrive questo ausilio...

ciao ulrico,io credo in italia nessuno,ma non ne sono sicuro,attendiamo anche altre risposte

Leggete il mio ultimo post in "medico a Torino"... A proposito di esercizi, il medico ha consigliato a mio figlio pull-over e vogatore! Smile

CLO sono contento per tuo figlio che ha un medico che lo segue,magari lo avessi avuto io da giovane... a proposito come si esegue il pull-over,mi potresti spiegare meglio?

CLO, ti ringrazio per la dritta sul medico di Torino.
Su internet ho trovato un professore in Svizzera che lo prescive e ha pubblicato i risultati di una sperimentazione che ha condotto su vari pazienti.
Non saprei da chi andare, mi viene la tentazione di prenotare una visita in Svizzera..

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Dom 15 Lug 2012, 18:16

Ulrico, il professore svizzero ha sperimentato qualcosa con la V? Se si, sarebbe una bella cosa.

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Lun 16 Lug 2012, 11:22

Balto ha scritto:Ulrico, il professore svizzero ha sperimentato qualcosa con la V? Se si, sarebbe una bella cosa.

Si, ha pubblicato sul web una sintesi del suo studio: è tutto in inglese.
Io me l'ero stampato ma se ti serve ti recupero il link..

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Mr.Hole il Lun 16 Lug 2012, 20:57

Ulrico ha scritto:
Balto ha scritto:Ulrico, il professore svizzero ha sperimentato qualcosa con la V? Se si, sarebbe una bella cosa.

Si, ha pubblicato sul web una sintesi del suo studio: è tutto in inglese.
Io me l'ero stampato ma se ti serve ti recupero il link..

sarebbe molto interessante ulrico,se lo trovi pubblicalo,grazie
avatar
Mr.Hole

Numero di messaggi : 60
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Mar 17 Lug 2012, 08:51

Ecco il link alla pubblicazione di un professore svizzero sui risultati della terapia non chirurgica Vacuum Bell:

http://www.toraks.org.tr/uploadFiles/book/file/199201110341-2238.pdf

Un caro saluto a tutti!
Ulrico

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Gio 19 Lug 2012, 18:53

Ulrico ha scritto:Ecco il link alla pubblicazione di un professore svizzero sui risultati della terapia non chirurgica Vacuum Bell:

http://www.toraks.org.tr/uploadFiles/book/file/199201110341-2238.pdf

Un caro saluto a tutti!
Ulrico


Ciao Ulrico, purtroppo non riesco ad aprire la pagina. Puoi sintetizzarne il contenuto? Grazie mille

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Ven 20 Lug 2012, 11:33

E’ un documento tutto in inglese con varie fotografie.
In sostanza presenta la sua ricerca (pubblicata nel 2011) su un gruppo di 93 pazienti (77 maschi e 16 femmine) dai 3 ai 61 anni (con un dato mediano di 17,8 anni) che è durata fino a un massimo di 24 mesi.
La relazione comincia descrivendo il PE e il V.B., poi entra più nello specifico dello studio: afferma che all’inizio alcuni hanno avuto un leggero dolore o un po’ di dorsalgia dall’uso della V.B. ma che, anche grazie a dei blandi antidolorifici, in definitiva è stato sopportato abbastanza bene da tutti.
In conclusione afferma che dalla sperimentazione effettuata, la V.B. risulta un buona alternativa per evitare l’intervento chirurgico, soprattutto se in presenza di PE simmetrico e medio lieve.
Ribadisce che è facile da usare e che è stato ben tollerato sia da pazienti in età pediatrica che adulti.

Quindi uno strumento efficace e semplice da usare.

Se serve altro sono qui!

Un caro saluto

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Dom 22 Lug 2012, 13:17

Ulrico ha scritto:E’ un documento tutto in inglese con varie fotografie.
In sostanza presenta la sua ricerca (pubblicata nel 2011) su un gruppo di 93 pazienti (77 maschi e 16 femmine) dai 3 ai 61 anni (con un dato mediano di 17,8 anni) che è durata fino a un massimo di 24 mesi.
La relazione comincia descrivendo il PE e il V.B., poi entra più nello specifico dello studio: afferma che all’inizio alcuni hanno avuto un leggero dolore o un po’ di dorsalgia dall’uso della V.B. ma che, anche grazie a dei blandi antidolorifici, in definitiva è stato sopportato abbastanza bene da tutti.
In conclusione afferma che dalla sperimentazione effettuata, la V.B. risulta un buona alternativa per evitare l’intervento chirurgico, soprattutto se in presenza di PE simmetrico e medio lieve.
Ribadisce che è facile da usare e che è stato ben tollerato sia da pazienti in età pediatrica che adulti.

Quindi uno strumento efficace e semplice da usare.

Se serve altro sono qui!

Un caro saluto

Sintesi perfetta! Grazie mille. Questo studio supporta i risultati che ho ottenuto con la V. Bene, bene...

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Ulrico il Lun 23 Lug 2012, 12:21

Allora bisogna dire al professore svizzero di aggiornare lo studio a 94 pazienti... Laughing

Ulrico

Numero di messaggi : 15
Età : 42
Data d'iscrizione : 03.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Lun 23 Lug 2012, 18:20

Ulrico ha scritto:Allora bisogna dire al professore svizzero di aggiornare lo studio a 94 pazienti... Laughing

Verissimo! In ogni modo la V migliora, fin dove è possibile, notevolmente l'aspetto estetico dello sterno. Poi è importante anche il lavoro in palestra, supporto eccezionale alla V, poiché lo sviluppo muscolare migliora la postura.


Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  CLO il Mar 24 Lug 2012, 16:19

Balto ha scritto:
Ulrico ha scritto:Ecco il link alla pubblicazione di un professore svizzero sui risultati della terapia non chirurgica Vacuum Bell:

http://www.toraks.org.tr/uploadFiles/book/file/199201110341-2238.pdf

Un caro saluto a tutti!
Ulrico


Ciao Ulrico, purtroppo non riesco ad aprire la pagina. Puoi sintetizzarne il contenuto? Grazie mille

Ciao Balto

é possibile che tu debba installare http://get.adobe.com/it/reader/

Qui sotto ho incollato il contenuto della pagina.

Con http://translate.google.it/?hl=it&tab=wT puoi tradurla

Saluti
CLO

THE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF
PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL
FOR CONSERVATIVE THERAPY
Frank-Martin HAECKER
Department of Pediatric Surgery, University Children’s Hospital, Basel
e-posta: frankmartin.haecker@ukbb.ch
with the permission of Journal of Clinical and Analytical Medicine
doi:10.5152/tcb.2011.35
INTRODUCTION
Pectus Excavatum (PE) is the most common chest
wall malformation and one of the most frequent major
congenital anomalies, occurring in approximately 1 in
every 300 births (1). In more than 85% of infants, the
defect is already noticeable at birth. A later onset may
be observed in patients with Marfan syndrome. Until
the end of the last century, operations to correct PE
deformities were largely based on the technique described by Ravitch (2). In 1998, a new technique of
minimally invasive repair of PE (MIRPE) was first described by D. Nuss (3) to avoid several operative features of the modified Ravitch repair procedure. Today,
the MIRPE technique is well established and represents
a common used technique (4-9). The short operating
time, smaller incisions and considerably less dissection has made the MIRPE procedure very appealing
both to surgeons and patients, thereby resulting in a
large increase of the number of patients requesting
operative treatment, and consequently in an increase
of the number of PE repairs. However, with the widespread use of the MIRPE procedure the character and
number of complications has increased (4, 6-8, 10-12)
(Table 1 and 2). Above all, recent studies report on an
increasing number of near fatal complications (12-18).
Additionally, in many cases of PE, the degree of pectus deformity does not immediately warrant surgery,
yet patients may benefit from some type of nonsurgical treatment. Other patients are reluctant to undergo
surgery because of the pain associated with postoperative recovery and the risk of imperfect results. Due
to these facts, the introduction of the vacuum bell for
conservative treatment of PE has made this alternative
therapy a focus of interest of patients.
The procedure of applying a vacuum to elevate the
sternum was first used more than 100 years ago [19].
Despite the risks and unsatisfactory results after operative therapy for some patients, there has been little
progress in the therapeutic use of the vacuum therapy
during the last few decades. In the meantime, materials have improved and the vacuum devices can now
exert strong forces. Our initial results using this method
proved to be promising (20). Today, we report our ongoing experience using the vacuum bell for conservative
treatment of PE. Note that a subset of these patients
(the first 34 patients) was reported previously [20].
THE VACUUM BELL
A suction cup is used to create a vacuum at the
chest wall. A vacuum up to 15% below atmospheric
pressure is created by the patient using a hand pump
(Figure 1). Three different sizes exist allowing selection
223
Table 1. Intraoperative Complications after MIRPE procedure (4-9)
Pericardial lesion
Perforation of the heart
Cardiac rhythm disorders
Lesion/rupture of intercostal muscles
(Tension)-pneumothorax
Significant blood loss
Perforation of the liver
Lesion/Rupture of the diaphragm according to the individual patients age (Figure 2). The
medium size model is available in a supplemental version with a reinforced silicon wall (type “bodybuilder”),
esp. made for adult patients with a small deep PE. Additionally, a model fitted for young girls and women is
available. Pilot studies performed by Schier and Bahr
(21) showed that the device lifted the sternum and ribs
immediately. In addition, this was confirmed thoracoscopically during the MIRPE procedure (Fig 3). The
vacuum bell should be used for a minimum of 30 minutes, twice per day, and may be used up to a maximum of several hours daily.
Indication for conservative therapy with the vacuum
bell include patients who
- present with mild degree of PE
- want to avoid surgical procedure
- are reluctant to undergo surgery because of pain
associated with the operation
- are afraid of “imperfect” results after surgery
Contraindications of the method comprise skeletal
disorders such as osteogenesis imperfecta and Glisson’s disease, vasculopathies (e.g. Marfan’s syndrome,
abdominal aneurysm), coagulopathies and cardiac
disorders. To exclude these disorders, a standardised
evaluation protocol was routinely performed before beginning the therapy. Complications and relevant side
effects include subcutaneous hematoma, petechial
bleeding, dorsalgia and transient paresthesia of the upper extremities during the application as well as rib fractures in rare cases what was not seen in our series.
PATIENTS AND METHODS
93 patients (77 males, 16 females), aged from 3
to 61 years (median 17.8 years) were treated with the
vacuum bell for 1 to a maximum of 24 months (median
10.4 months). Standardised evaluation before starting
the procedure included history of the patient and his
family, clinical examination, cardiac evaluation with
electrocardiogram and echocardiography and photo
documentation. In addition, the depth of PE was measured in supine position. Patients underwent follow-up
at 3 to 6 monthly intervals including photography and
clinical examination.
The first application of the vacuum bell occurred
under supervision of the attending doctor. The length
of time of daily application of the vacuum bell varied
widely between patients. Some patients followed the
THE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL FOR CONSERVATIVE THERAPY
224
Figure 1. Application of the vacuum bell
Figure 2. Vacuum bell in 3 different sizes (left 16 cm, middle
19 cm, right 26 cm in diameter)
Table 2. Postoperative Complications after MIRPE procedure (4-9)
Pneumothorax (drainage ?)
Pleural effusion (drainage ?)
Pneumonia – atelectasis
Hematothorax (drainage ?)
Pericardial effusion (puncture ?)
Pericarditis
Bar shifts (requiring revision ?)
Dislocation of the stabilizer (requiring revision ?)
Wound infection
Over correction
Bar allergy
Skin erosionuser instructions and applied the device twice daily for
30 minutes each. Patients under the age of 10 years
used the device under supervision of their parents or
caregivers. Some of the adult patients used the vacuum bell 4-6 hours daily during office hours. Adolescent
boys applied the device every night for 7-8 hours. In
fact, the duration and frequency of daily application
depends on the patients individual decision and motivation.
Since 2006, the vacuum bell was used routinely
during the MIRPE procedure to elevate the sternum to
allow a safer passage of the Lorenz®
introducer as well
as the pectus bar.
RESULTS
During the first 1-5 applications, most of the patients experienced moderate pain in the sternum and
reported a feeling of uncomfortable pressure within the
chest. Adolescent and older patients developed moderate subcutaneous hematoma, which disappeared
within a few hours. Some patients reported recurrent
transient paresthesia of the upper extremities during the application. This symptom disappeared when
lower atmospheric pressure was used during application. One 45 year old patient suffering from recurrent
dorsalgia, reducing the application time, prevented the
occurrence of discomfort. Analgesic medication was
THE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL FOR CONSERVATIVE THERAPY
225
Figure 4b. Vacuum bell therapy and after 12 months (right:
depth of PE = 0.5 cm)
Figure 4a. 45 year old patient, before (left: depth of PE = 2.5 cm)
Figure 3. Retrosternalspace without (left) and with the vacuum bell (right) during the MIRPE procedure intraoperative
use of the vacuum bell during the MIRPE procedurenot necessary in any patient. The application of the
vacuum bell in children aged 3 to 10 years was without
side effects.
When starting with the application, patients presented with a PE with depth from 2cm to 5cm. In 74
patients (69%), after 3 months of treatment an elevation of more than 1.5 cm was documented. In 9 patients (10%), the sternum was lifted to a normal level
after 18 months (Figures 4, 5). The longest follow-up
after discontinuation is 5 years, and the success until
today is permanent and still visible. In three patients
with asymmetric PE, the depth of PE has decreased
after 9 months, but the asymmetry is still visible. 3 patients were dissatisfied with the postoperative result
(2 patients after MIRPE, 1 patient after Ravitch procedure) and started treatment with the vacuum bell.
6 patients stopped the application after 13.5 months
in average, due to an unsatisfactory result (2 patients)
and decreasing motivation (4 patients). All 6 patients
underwent MIRPE. At follow-up, all patients were satisfied and expressed their motivation to continue the
application, if necessary.
DISCUSSION
With the widespread use of world wide web, information on new therapeutic modalities circulate not
only among surgeons and paediatricians, but also rapidly among patients. In particular patients who refused
operative treatment by previously available procedures, now appear at the outpatient clinic and request
to be considered for new methods. From 1999 on, an
increasing number of patients presented with PE at our
department and asked to undergo the MIRPE proceTHE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL FOR CONSERVATIVE THERAPY
226
Figure 5. 9 year old boy, before (left: depth of PE= 2.8 cm) vacuum bell therapy, after 10 months (right: depth of PE= 1.6cm)
and 36 months after therapy (below)dure. The vacuum method was used as early as 1910
by Lange [19]. The vacuum bell used in our patients
group was developed by an engineer, who himself suffered from PE [Klobe E, www.trichterbrust.de]. We use
this method since 2003. Long-term evidence of persistent effects of the treatment modality for more than
5 years are not yet available. However, initial results
proved dramatic [20], and the acceptance and compliance of patients seem to be good. In many cases of
PE, the degree of pectus deformity does not immediately warrant surgery, yet patients may benefit from
some type of nonsurgical treatment. Other patients are
disinclined to undergo surgery because of possible
complications after surgery, because of the pain associated with postoperative recovery and the risk of
imperfect results. Thus, the introduction of the vacuum
bell for conservative treatment of PE has generated
much interest among patients with PE.
The success of a therapeutic procedure not only requires a good technique, but also depends on a appropriate indication. In our study patients who presented
with symmetric and mild PE, seemed to show a more
successful outcome than those with asymmetric and
deep PE. All patients except six were satisfied with the
use of the vacuum bell, although objectively assessed
improvement of PE varied between the individuals. All
our patients were recommended to carry on undertaking sports and physiotherapy, so that the accompanying improvement of body control was an important
factor in outcome. The participation of patients themselves in the “active” treatment of PE clearly increases
motivation to maintain therapy. As demonstrated in the
CT scan, the force of the vacuum bell is strong enough
to deform the chest within minutes [21]. Therefore, especially in children younger than 10 years of age the
application of the vacuum bell has to be performed
carefully and should be supervised by an adult.
When creating the vacuum, the elevation of the
sternum is obvious and persists for a distinct period
of time. Therefore, the vacuum cup may also be useful in reducing the risk of injury to the heart during the
MIRPE procedure, where the riskiest step of the procedure is the advancement of the introducer between
the heart and sternum. Since the manufacturer of the
device has not yet a license to sterilise the vacuum
bell, this additional use has to be considered as a clinical trial. In accordance with our hospital hygieneist, we
applied the vacuum bell during the MIRPE procedure
since 2006 routinely with good experience. In addition,
the vacuum bell may be useful in a way of “pre-treatment” to surgery.
In conclusion, the vacuum bell may allow some patients with PE to avoid surgery. Especially patients with
symmetric and mild PE may benefit from this procedure. The application is easy, and we noticed a good
acceptance by both pediatric and adult patients. However, the time of follow-up in our series is only 5 years,
and further follow-up studies are necessary to evaluate
the effectiveness of this therapeutic tool. Additionally,
the intraoperative use of the vacuum bell during the
MIRPE may facilitate the introduction of the pectus
bar. In any case, the method seems to be a valuable
adjunct therapy in the treatment of PE.
REFERENCES
1. Molik KA, Engum SA, Rescorla FJ, West KW, Scherer LR,
Grosfeld JL. Pectus excavatum repair: Experience with
standard and minimal invasive techniques. J Pediatr Surg
2001;36:324-8.[Crossref]
2. Ravitch MM. The operative treatment of pectus excavatum.
Ann Surg 1949;129:429-44.[Crossref]
3. Nuss D, Kelly RE, Croitoru DP, Katz ME. A 10-Year Review of
a Minimally Invasive Technique for the Correction of Pectus
Excavatum. J Pediatr Surg 1998;33:545-52.[Crossref]
4. Croitoru DP, Kelly RE Jr, Goretsky MJ, Lawson ML,
Swoveland B, Nuss D. Experience and Modification
Update for the Minimally Invasive Nuss Technique for
Pectus Excavatum Repair in 303 Patients. J Pediatr Surg
2002;37:437-45.[Crossref]
5. Hosie S, Sitkiewicz T, Petersen C, et al. Minimally Invasive
Repair of Pectus Excavatum – The Nuss Procedure. A
European Multicentre Experience. Eur J Pediatr Surg
2002;12:235-8. [Crossref]
6. Nuss D, Croitoru DP, Kelly RE, Goretsky MJ, Nuss KJ,
Gustin TS. Review and Discussion of the Complications
of Minimally Invasive Pectus Excavatum Repair. Eur J
Pediatr Surg 2002;12:230-4. [Crossref]
7. Haecker F-M, Bielek J, von Schweinitz D. Minimally
Invasive Repair of Pectus Excavatum (MIRPE): The Basel
Experience. Swiss Surgery 2003;9:289-95. [Crossref]
8. Park HJ, Lee SY, Lee CS. Complications Associated
with the Nuss Procedure: Analysis of Risk Factors and
Suggested Measures for Prevention of Complications. J
Pediatr Surg 2004;39:391-5. [Crossref]
9. Dzielicki J, Korlacki W, Janicka I, Dzielicka E. Difficulties
and limitations in minimally invasive repair of pectus
excavatum – 6 years experiences with Nuss technique.
Eur J Cardiothorac Surg 2006;30:801-4. [Crossref]
10. Shin S, Goretsky MJ, Kelly RE, Gustin T, Nuss D.
Infectious complications after the Nuss repair in a series
of 863 patients. J Pediatr Surg 2007;42:87-92. [Crossref]
11. Berberich T, Haecker F-M, Kehrer B, et al. Postcardiotomy
Syndrome after Minimally Invasive Repair of Pectus
Excavatum. J Pediatr Surg 2004;39:e1-3. [Crossref]
12. Van Renterghem KM, von Bismarck S, Bax NMA, et al.
Should an infected Nuss bar be removed? J Pediatr Surg
2005;40:670-3. [Crossref]
13. Barakat MJ, Morgan JA. Haemopericardium causing
cardiac tamponade: a late complication of pectus
excavatum repair. Heart 2004;90:e22-3. [Crossref]
THE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL FOR CONSERVATIVE THERAPY
22714. Barsness K, Bruny J, Janik JS, Partrick DA. Delayed nearfatal hemorrhage after Nuss bar displacement. J Pediatr
Surg 2005;40:E5-6. [Crossref]
15. Hoel TN, Rein KA, Svennevig JL. A Life-Threatening
Complication of the Nuss-Procedure for Pectus
Excavatum. Ann Thorac Surg 2006;81:370-2. [Crossref]
16. Adam LA, Meehan JJ. Erosion of the Nuss bar into
the internal mammary artery 4 months after minimally
invasive repair of pectus excavatum. J Pediatr Surg 2008;
43: 394-7. [Crossref]
17. Gips H, Zaitsev K, Hiss J. Cardiac perforation by a
pectus bar after surgical correction of pectus excavatum:
case report and review of the literature. Pediatr Surg Int
2008;24:617-20. [Crossref]
18. Haecker F-M, Berberich T, Mayr J, Gambazzi F. Nearfatal bleeding after transmyocardial ventricle lesion during
removal of the pectus bar after the Nuss procedure. J
Thorac Cardiovasc Surg 2009;138:1240-1. [Crossref]
19. Lange F. Thoraxdeformitäten. In: Pfaundler M,
Schlossmann A (editors): Handbuch der Kinderheilkunde,
Vol V. Chirurgie und Orthopädie im Kindesalter. Leipzig,
FCW Vogel 1910: 157.
20. Haecker FM, Mayr J. The vacuum bell for treatment of
pectus excavatum: an alternative to surgical correction?
Eur J Cardiothorac Surg 2006;29:557-61. [Crossref]
21. Schier F, Bahr M, Klobe E. The vacuum chest wall lifter: an
innovative, nonsurgical addition to the management of pectus
excavatum. J Pediatr Surg 2005;40:496-500. [Crossref]
THE VACUUM BELL FOR TREATMENT OF PECTUS EXCAVATUM: AN EFFECTIVE TOOL FOR CONSERVATIVE THERAPY
228

CLO

Numero di messaggi : 6
Età : 43
Data d'iscrizione : 21.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Balto il Mar 24 Lug 2012, 18:14

Grazie mille Clo Very Happy

Balto

Numero di messaggi : 262
Età : 54
Data d'iscrizione : 16.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi prescrive in Italia la Vacuum Bell??

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum