Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  DBO007 il Mar 15 Mar 2011, 20:00

Antonio99 ha scritto:Eccomi di ritorno da Brescia senza....barra!
Sono stato ricoverato per 8 giorni, dal 7 al 14 marzo:

7 marzo: ricovero nel pomeriggio ed eseguito elettrocardiogramma
8 marzo: effettuati esami del sangue e delle urine, radiografie al torace
9 marzo: intervento di rimozione della barra della durata di circa un'ora. Solo anestesia generale (no epidurale), un solo drenaggio sotto l'ascella destra e niente catetere vescicale. Oltre alla barra e ai fili metallici, ho subito la rimozione di circa l'85% del processo xifoideo. Dopo l'intervento non ho accusato dolori particolari, la stessa sera mi sono potuto alzare per andare in bagno (non c'era verso di fare la pipì nel pappagallo)
10 marzo: ho cominciato a sentire dolori in corrispondenza della cicatrice e in particolare nel punto in cui mi hanno rimosso l'osso, ma niente di paragonabile al dolore patito l'anno scorso a seguito del primo intervento. Dal drenaggio ho perso quantità di liquidi nella norma, solo che il colore era di un rosso troppo intenso, e per tale motivo il drenaggio l'ho dovuto portare fino al 13 marzo
11-13 marzo: dolore sopporabile, ho preso antidolorifici soltanto prima di dormire
14 marzo: dimesso intorno alle 9,30

Bilancio di questa esperienza: positiva sia per il dolore (assolutamente sopportabile), sia per il risultato finale.
I dottori Ottoni e Mondini sono stati professionali come al solito, una garanzia di efficacia ed efficienza. Probabilmente tra qualche tempo entrambi non si ricorderanno più di me (un caso come tanti), certamente io non mi dimenticherò mai di loro, soprattutto ogni volta che guarderò il mio nuovo petto.

Bilancio complessivo dei due interventi: la domanda che mi sono posto costantemente durante questi 13 mesi è sempre la stessa: ne è valsa la pena? A fronte di dolori lancinanti patiti dopo il primo intervento e di un decorso post-operatorio assolutamente nella norma dopo il secondo intervento (almeno fino ad oggi), rimango dell'idea che per sottoporsi a un simile strazio fisico e psicologico occorre essere fortemente motivati (e una buona dose di incoscienza non guasta). Tuttavia mi sento di avere sottovalutato enormemente le conseguenze di questa operazione, l'invasività di questa "sternocondroplastica" è assoluta. Lo rifarei? Beh..direi proprio di no!


caro Antonio

non sono in grado di dirti se per tè "ne è valsa la pena" ..........ma di sicuro non mi dimenticherò mai di tè ...... lol! lol! lol!
avatar
DBO007
Chirurgo Toracico
Chirurgo Toracico

Maschio
Numero di messaggi : 35
Località : Italy
Data d'iscrizione : 11.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Mar 15 Mar 2011, 20:32

La tua Antonio e' la testimonianza piu' completa che ho letto sul forum praticamente, dolore a parte ovviamente, e' come viverla day by day. Ti fa riflettere molto Suspect . Grazie grazie e ancora grazie. Per quel mi riguarda ho imparato tanto. cheers
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Mar 15 Mar 2011, 22:55

Grazie dott. Ottoni, lei è davvero una persona speciale! Very Happy
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  imlap il Mer 16 Mar 2011, 20:36

ciao antonio, bentornato!!
sono felice che questo intervento sia andato bene!

detto questo, vorrei quotare questa tua parte:

Bilancio complessivo dei due interventi: la domanda che mi sono posto costantemente durante questi 13 mesi è sempre la stessa: ne è valsa la pena? A fronte di dolori lancinanti patiti dopo il primo intervento e di un decorso post-operatorio assolutamente nella norma dopo il secondo intervento (almeno fino ad oggi), rimango dell'idea che per sottoporsi a un simile strazio fisico e psicologico occorre essere fortemente motivati (e una buona dose di incoscienza non guasta). Tuttavia mi sento di avere sottovalutato enormemente le conseguenze di questa operazione, l'invasività di questa "sternocondroplastica" è assoluta. Lo rifarei? Beh..direi proprio di no!

Io tornassi indietro lo rifarei sicuramente, ne ho tratto grandi benefici, sicuramente NON da un punto di vista estetico, ma funzionale respiratorio sì.
Però confermo che l'intervento è invasivo, il dolore c'è e protratto, la limitazione nei movimenti anche, non si dorme per settimane.
Il forum è pieno di testimonianze di ragazzi che quindici giorni dopo l'intervento erano in discoteca a ballare, e sono felice per loro, ma ritengo giusto che i ragazzi che non si sono ancora fatti operare riflettano seriamente sui loro motivi, e mettano in conto la possibilità che l'intervento non sia una passeggiata!

imlap

Numero di messaggi : 166
Età : 34
Data d'iscrizione : 30.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Ven 18 Mar 2011, 13:47

Dopo l'intervento di rimozione della barra anche io ho tratto giovamento dal punto di vista sia funzionale che respiratorio. Tuttavia l'intervento non lo rifarei (potendo tornare indietro, ma qui siamo nel campo dell'assurdo) perché tali benefici a mio avviso sono stati sì importanti, ma nulla in confronto al dolore intenso patito per mesi e mesi. Io sinceramente mi sono sottoposto a quest'operazione per il problema psicologico comune a tutti coloro che sono affetti da p.e./p.c. E per quanto molti dicano "io lo faccio non per problemi estetici ma perché ho problemi a respirare ecc.", il problema psicologico prevale sempre (su questo Ottoni può essere molto più preciso di me).
A Brescia ho incontrato ragazzi di vent'anni, ma anche uomini di oltre trent'anni, ultraquarantenni con moglie e figli, tutti disposti a farsi "massacrare", pur di correggere definitivamente questa malformazione, senza che precedentemente avessero accusato patologie particolari (in sostanza delle persone perfettamente sane). Ho utilizzato il termine massacrare non a caso, l'ha pronunciato una moglie tutt'altro che benevola nei confronti del marito non più giovane che si era sottoposto all'intervento di p.e.: "sei venuto a Brescia alla tua età a farti massacrare!"
Vorrei dire ai giovani e meno giovani che leggono il forum e che pensano "oddio finalmente c'è una soluzione al mio problema" di riflettere a lungo (cosa che non ho fatto io) sul passo che intendete compiere, l'intervento di Ravitch è estremamente invasivo, le complicanze sono all'ordine del giorno; inoltre, aspetto da non sottovalutare, da persone sane vi trasformerete per oltre un anno in malati bisognosi di cure e attenzioni.
Non me ne voglia il dott. Ottoni se scrivo queste cose (non è mia intenzione fare una cattiva pubblicità al metodo Ravitch, tantomeno dissuadere qualcuno dall'operarsi), ma mi sembrava corretto raccontare la mia esperienza e soprattutto le mie impressioni, così come hanno fatto precedentemente altri utenti del forum. Leggere le esperienze altrui (siano esse positive o negative), è fondamentale per crearsi una propria opinione e considerare tutti i vari aspetti di questa vicenda, in modo da non arrivare impreparati all'intervento ed evitare soprattutto, come nel mio caso, di continuare a ripetersi: "Ma chi me l'ha fatto fare!"
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  andrea1505 il Ven 18 Mar 2011, 14:40

Antonio grazie per il tuo racconto, mi permetto di aggiungere però che c'è anche chi potrebbe dire che l'intervento lo rifarebbe senza problemi.
Bisogna tenere in considerazione che il dolore è una cosa soggettiva, è diverso di persona in persona.
Io posso raccontarti la mia esperienza, stesso intervento, spesso ospedale ma con un decorso ben diverso, infatti non ho mai accusato dolori lancinanti, e l'anno con la barretta procede bene senza intoppi. (faccio tutto ciò che ho sempre fatto prima, sto solo attento a non prendere colpi al torace)

Poi come dici tu è importantissimo che chi decide di operarsi lo faccia solo se convinto al 1000%.
Adesso antonio spero tu possa goderti tutto quello che hai perso durante quest'anno! in bocca al lupo per tutto!

andrea1505

Maschio
Numero di messaggi : 248
Età : 34
Data d'iscrizione : 20.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  pito80 il Sab 19 Mar 2011, 00:48

Antonio99 ha scritto:Dopo l'intervento di rimozione della barra anche io ho tratto giovamento dal punto di vista sia funzionale che respiratorio. Tuttavia l'intervento non lo rifarei (potendo tornare indietro, ma qui siamo nel campo dell'assurdo) perché tali benefici a mio avviso sono stati sì importanti, ma nulla in confronto al dolore intenso patito per mesi e mesi. Io sinceramente mi sono sottoposto a quest'operazione per il problema psicologico comune a tutti coloro che sono affetti da p.e./p.c. E per quanto molti dicano "io lo faccio non per problemi estetici ma perché ho problemi a respirare ecc.", il problema psicologico prevale sempre (su questo Ottoni può essere molto più preciso di me).
A Brescia ho incontrato ragazzi di vent'anni, ma anche uomini di oltre trent'anni, ultraquarantenni con moglie e figli, tutti disposti a farsi "massacrare", pur di correggere definitivamente questa malformazione, senza che precedentemente avessero accusato patologie particolari (in sostanza delle persone perfettamente sane). Ho utilizzato il termine massacrare non a caso, l'ha pronunciato una moglie tutt'altro che benevola nei confronti del marito non più giovane che si era sottoposto all'intervento di p.e.: "sei venuto a Brescia alla tua età a farti massacrare!"
Vorrei dire ai giovani e meno giovani che leggono il forum e che pensano "oddio finalmente c'è una soluzione al mio problema" di riflettere a lungo (cosa che non ho fatto io) sul passo che intendete compiere, l'intervento di Ravitch è estremamente invasivo, le complicanze sono all'ordine del giorno; inoltre, aspetto da non sottovalutare, da persone sane vi trasformerete per oltre un anno in malati bisognosi di cure e attenzioni.
Non me ne voglia il dott. Ottoni se scrivo queste cose (non è mia intenzione fare una cattiva pubblicità al metodo Ravitch, tantomeno dissuadere qualcuno dall'operarsi), ma mi sembrava corretto raccontare la mia esperienza e soprattutto le mie impressioni, così come hanno fatto precedentemente altri utenti del forum. Leggere le esperienze altrui (siano esse positive o negative), è fondamentale per crearsi una propria opinione e considerare tutti i vari aspetti di questa vicenda, in modo da non arrivare impreparati all'intervento ed evitare soprattutto, come nel mio caso, di continuare a ripetersi: "Ma chi me l'ha fatto fare!"







la cosa che mi lascia perplesso riguarda le persone non piu' giovani , sposati ecc ecc che si sottopongono all' operazione...io mi chiedo come sia possibile una cosa del genere .
anche io ho problemi alla cassa toracica xro' non mi faccio operare e non credo che lo faro'.

pito80

Maschio
Numero di messaggi : 207
Età : 33
Data d'iscrizione : 19.08.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  andrea1505 il Sab 19 Mar 2011, 08:12

Ma hai presente cosa vuol dire per un padre non portare mai i propri figli in piscina o al mare? Che ragionamento é? Psicologicamente per qualcuno é un problema non da poco e sinceramente li capisco.

andrea1505

Maschio
Numero di messaggi : 248
Età : 34
Data d'iscrizione : 20.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  ocra il Sab 19 Mar 2011, 10:04

andrea1505 ha scritto:Ma hai presente cosa vuol dire per un padre non portare mai i propri figli in piscina o al mare? Che ragionamento é? Psicologicamente per qualcuno é un problema non da poco e sinceramente li capisco.

Anche io faccio un po' di fatica a capire, devo essere sincero... più che altro perchè se hai moglie e figli significa che la tua vita non è stata "deviata" tantissimo da quella di una persona "media".

Poi il fatto che stenti a capire, non significa che critichi la scelta di un adulto (in)consapevole. Laughing

ocra

Numero di messaggi : 181
Età : 30
Data d'iscrizione : 01.07.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Sab 19 Mar 2011, 11:53

Premesso che ognuno ragiona e sbaglia con la propria testa, mi preme ricordare quanto scritto da Antonio: occorre una buona dose di incoscenza per "buttarsi". Dipende molto come ognuno "vive" la propria condizione e dentro questo ragionamento vale tutto: il lato estetico/psicologico, il lato fisico con i vari sintomi e/o limitazioni nella vita di tutti i giorni, esperienze personali, poi ogni persona e' diversa dall'altra e si reagisce in modo diverso sia fisicamente che psicologicamente di fronte ad un intervento cosi' PESANTE e fatto in 2 episodi distinti e distanziati nel tempo. Finche' uno non ci passa non sapra' mai cosa si prova e quanto di quello che ha letto sul Forum gli e' stato utile a prendere la decisione "giusta". . . L'esperienza di Antonio puo' dire tanto ma nessuno di noi e' Antonio che comunque ringrazio per averci dato tanti spunti su cui riflettere Smile
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Sab 19 Mar 2011, 12:20

Bisogna considerare il fatto che molte delle persone "non più giovani" (diciamo quelle oltre i 40 anni con moglie e figli) che si sottopongono all'intervento, lo fanno semplicemente perché sono venute tardi a conoscenza della possibilità di correggere questa malformazione. Per quanto possano aver condotto una vita non "deviata" (come dice Ocra), il disagio psicologico riconducibile al p.e./p.c. se lo portano dentro da svariati decenni; in questo caso non fa differenza avere 20 oppure 50 anni, così come avere moglie e figli o meno: l'importante è eliminare il problema.
Ricordo come se fosse ieri l'entusiasmo di questa persona non più giovane dopo l'intervento: felicemente sposato, tre figli, un lavoro appagante, perché mai sottoporsi ad un simile supplizio? Non c'è una risposta univoca a quest'interrogativo, esistono molteplici risposte, ed ognuno di noi potrà dare una propria risposta.
A volte penso che il dott. Ottoni, più che un chirurgo, sia un dispensatore di felicità: questa felicità la si legge negli occhi delle persone che si operano, e più sono avanti con l'età, e maggiore è la contentezza e la soddisfazione per aver eliminato il "buco". L'età, così come la famiglia, sono parametri importanti da prendere in considerazione, ma non sono affatto un ostacolo alla ferrea volontà di operarsi.
Quanti di noi, dopo aver parlato per la prima volta con Ottoni, hanno preso in quell'istante la decisione di operarsi? Ricordo che durante la visita Ottoni mi disse: "pensaci bene e poi eventualmente mi richiami e fissiamo la data dell'intervento". Io gli risposi, quasi istintivamente: "non mi servono giorni per pensare, voglio operarmi" e così ho fissato la data dell'intervento lo stesso giorno della prima e unica visita da Ottoni.
Torno a ripetere che l'elemento psicologico del disagio creato da questa malformazione è ben presente sia nei ventenni che nei cinquantenni, e non è certo l'avere una moglie/marito o figli a ridurre tale disagio.
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Lun 21 Mar 2011, 18:14

Oggi finalmente ho tolto i punti metallici. Questa mattina mi sono presentato in un ospedale di Roma all'ora stabilita dall'appuntamento preso una settimana fa (pagato regolarmente il ticket), e l'infermiera mi fa: "Ma lei dove è stato operato?" e io: "a Brescia"; l'infermiera allora, con tono distaccato, sentenzia: "allora in questo caso deve andare a Brescia e farseli rimuovere lì". Voi che avreste fatto? Questa è stata la mia reazione: senza dirle una parola, ho comiciato a levarmi giubbotto, maglione, camicia e sono rimasto a torso nudo. La tizia, quando mi ha visto in quello stato, con aria di sussiego mi fa: "ho capito, si metta sul lettino!". Senza parole, evviva la malasanità laziale!
Devo dire che a Brescia era tutt'altra cosa, le infermiere erano tutte (nessuna esclusa) estremamente gentili e disponibili.
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Lun 21 Mar 2011, 21:55

Ao' ke te devo di' fijo mio te ce devi abbbitua' Razz
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Mar 22 Mar 2011, 12:13

Vorrei dire una cosa importante a tutti coloro che leggono la mia esperienza:
tutto quello che ho attraversato durante questo anno, dolore compreso, costituisce una condizione assolutamente soggettiva. La stragrande maggioranza dei ragazzi che si sono operati hanno avuto un decorso post-operatorio assolutamente nella norma, privo di qualsiasi complicanza.
Leggere le esperienze altrui è molto importante per farsi un'idea dell'intervento, tuttavia inizialmente è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista che saprà in ogni caso rispondere ai vostri dubbi, alle vostre incertezze, alla vostra voglia di chiarimenti.
Io non sono un medico, per cui il mio racconto non aveva assolutamente lo scopo di dissuadere qualcuno dall'operarsi, né tantomeno instillare il dubbio sulla efficacia dell'intervento.
Per me è stato molto importante condivere l'esperienza con voi, siete gli unici che potete capire come ci si senta ad avere un petto "bucato".
In bocca al lupo a tutti Wink
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Mar 22 Mar 2011, 14:06

Personalmente NON credo che ci fosse bisogno di questo tuo chiarimento Antonio, GRAZIE per aver condiviso la TUA esperienza con altre persone affette da questa patologia, personalmente (anke per un discorso anagrafico) ho trovato molte risposte leggendo la tua esperienza cosa che nessun medico e' in grado di dirti: Ti operano MA MICA SONO AL TUO POSTO NEL LETTO DOPO CHE TI HANNO OPERATO....... Mad A settembre, penso, che ci passero'ank'io e mettero' sul Forum la MIA esperienza e questo perche' credo che la CONOSCENZA/INORMAZIONE sia una cosa bellissima poi ognuno fara' quello che si sente cheers W internet !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  DBO007 il Mar 22 Mar 2011, 19:07

Antonio99 ha scritto:Vorrei dire una cosa importante a tutti coloro che leggono la mia esperienza:
tutto quello che ho attraversato durante questo anno, dolore compreso, costituisce una condizione assolutamente soggettiva. La stragrande maggioranza dei ragazzi che si sono operati hanno avuto un decorso post-operatorio assolutamente nella norma, privo di qualsiasi complicanza.
Leggere le esperienze altrui è molto importante per farsi un'idea dell'intervento, tuttavia inizialmente è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista che saprà in ogni caso rispondere ai vostri dubbi, alle vostre incertezze, alla vostra voglia di chiarimenti.
Io non sono un medico, per cui il mio racconto non aveva assolutamente lo scopo di dissuadere qualcuno dall'operarsi, né tantomeno instillare il dubbio sulla efficacia dell'intervento.
Per me è stato molto importante condivere l'esperienza con voi, siete gli unici che potete capire come ci si senta ad avere un petto "bucato".
In bocca al lupo a tutti Wink


sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny
avatar
DBO007
Chirurgo Toracico
Chirurgo Toracico

Maschio
Numero di messaggi : 35
Località : Italy
Data d'iscrizione : 11.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  mancapoco il Mer 23 Mar 2011, 09:04

hai fatto bene a precisare cmq,è bene che ogni esperienza venga letta..

ho riguardato tutti i tuoi commenti ed è davvero stranissmo che sia stato cosi male per tre mesi,mi dispiace per te..
mi chiedo cosa fossero quei due anelli e se magari dipendesse molto da quello..visto che con il mio medico la barra era solo incastrata e tolta dp 4 mesi in 20 minuti..però ogniuno ha passato momenti difficili,anch'io per una settimana ho avuto dei dolori lancinanti,non mi pentii ma mi chiedevo quanto dovevo sopportare..inoltre una settimana a letto con nausea (e vomitare in quelle condizioni è davvero TERRIBILE) ..per non parlare di quanto ti tolgono i drenaggi,credo che un coltello nel petto dia il medesimo dolore Smile

però detto questo..."se bello vuoi apparire un pò devi soffrire" x)

mancapoco

Numero di messaggi : 83
Età : 31
Data d'iscrizione : 24.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Gio 24 Mar 2011, 10:58

Allora a 15 giorni dalla rimozione della barra:
- comincio ad avvertire un dolore in corrispondenza del punto in cui mi hanno rimosso il processo xifoideo
- mi "tira" lungo tutta la cicatrice (più che dolore è fastidio)
Nel complesso il dolore è sopportabile (cerco di evitare antidolorifici), soltanto che la notte mi sveglio spesso (in media ogni due ore) per via di fitte che mi colpiscono all'improvviso e che mi costringono ad assumere una posizione eretta. Mad

Stanotte è stata particolarmente dura, mi sono svegliato intorno alle 2.00 e non c'era verso di riaddormentarmi. Così ho ascoltato un po' di radio e dopo circa un'ora, mentre ero nel dormiveglia, è successo il fattaccio: una stazione radio locale ha avuto la malaugurata idea di passare una canzone di Marco Masini, che aveva per argomento "violenze, molestie, maltrattamenti, gravidanze indesiderate, con la protagonista che viene accompagnata in ospedale proprio da Masini per abortire"; durante l'ascolto la cicatrice mi implorava di cambiare stazione, mentre la parte rimanente del processo xifoideo mi supplicava di spegnere la radio. Poi ho immaginato Masini che mi accompagnava al Sant'Orsola di Brescia per l'operazione di p.e. e a quel punto la depressione ha raggiunto il livello massimo; mi si sono prospettate due possibilità: buttarmi di sotto dalla finestra, oppure riaddormentarmi. Ho optato per la seconda soluzione.
Spero che il tutto sia dovuto ancora ai postumi dell'anestesia generale. No
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Sab 26 Mar 2011, 08:30

anto' ....mettici piu' tabacco Razz Scherzi a parte, sei gia' tornato al lavoro ad alzare il PIL ? Io, se ti puo' consolare, in questi giorni ho fitte allo sterno e ancora nn mi sono operato Wink
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Sab 26 Mar 2011, 08:54

Vi riporto quanto e' scritto nel referto della Tac in data 10-03-2011:
" L'esame e' stato eseguito senza somministrazione di m.d.c. su
esplicita richiesta del paziente. Evidente petto escavato senza
alterazioni mediastiniche visibili nella acquisizione di base.
Le ricostruzioni effettuate con finestra ed algoritmo per parenchima
polmonare evidenziano una banda fibrotica a livello apico ilare sinistro
senza evidenza di alterazioni nodulari parenchimali visibili ne'
alterazioni TC focali a carico del parenchima polmonare:" piu' mi hanno
dato 7 lastre 45 X 35.
La banda fibrotica di cui si parla presumo (da ignorante) che sia dove ho i punti metallici interni dovuti all'intervento di PNX del 2006 Twisted Evil
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Sab 26 Mar 2011, 11:43

Ciao Lucio, al lavoro ci tornerò forse tra un paio di settimane, adesso ancora non me la sento, la notte continuo a dormire e riposare poco. Hai mandato i risultati della tac ad Ottoni?

P.S. Su Youtube ho trovato questo intervento di Ravitch con cicatrice orizzontale (o meglio a semicerchio) e tre drenaggi inseriti nello stomaco https://www.youtube.com/watch?v=yk58WA4sWP0&feature=related[url][/url]
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Dom 27 Mar 2011, 15:37

L'avevo visto..... Evil or Very Mad secondo me il chirurgo aveva bevuto....uno sbrago cosi' non ha molto senso Suspect
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Antonio99 il Mar 29 Mar 2011, 16:02

L'evoluzione del mio pectus excavatum
Le varie fasi:

A) Situazione precedente all'intervento:





B) Situzione successiva al 1° intervento (metodo Ravitch) eseguito in data 08/02/2010 con inserimento barra metallica:





C) Situazione relativa al maggio 2010 a seguito della lussazione del processo xifoideo:



D) Situazione successiva al 2° intervento del 09/03/2011 con rimozione di barra e asportazione processo xifoideo:





P.S. Tutto questo è stato possibile grazie ai dottori Ottoni e Mondini e naturalmente alla funzione insostituibile del forum che mi ha dato l'opportunità di venire a conoscenza della possibilità di operarmi.
avatar
Antonio99

Maschio
Numero di messaggi : 237
Età : 44
Data d'iscrizione : 14.08.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  mimmettino il Mar 29 Mar 2011, 23:28

mamma mia che taglio...ho i brividi solo a guardarlo

mimmettino

Numero di messaggi : 226
Età : 38
Data d'iscrizione : 12.06.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  lucio il Mer 30 Mar 2011, 08:14

Secondo me e' un buon taglio e per quello ke ha fatto e' anche piuttosto ridotto, kissa' quanto sara' lungo il mio affraid rispetto ad Antonio il mio Grand Canyon e' piu "articolato" Suspect
avatar
lucio
Moderatore
Moderatore

Maschio
Numero di messaggi : 892
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 27.08.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Giovedì 4 vado a Brescia per ricoverarmi.....

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum